Wednesday, July 24
Shadow

Scopando mia zia arrapata e bellissima

Stavo dormendo quando mi è squillato il cellulare. Un suono familiare veniva sentito attraverso le mie orecchie. A quanto pare la zia Lina è a Ykt. Ha detto che aveva un lavoro d’ufficio con i suoi amici e mi è stato chiesto di venire all’hotel *** dove alloggiavano. Mentre camminavo immaginavo la figura di zia Lina. È la sorella di 39 anni di mia madre. La sua pelle è giallo oliva, è alta 175 cm, il suo corpo è snello e sexy. Il suo petto era decorato con un paio di seni belli e grandi. Quando ero piccola sbirciavo spesso il seno di zia Lina e quando mi masturbavo spesso immaginavo il suo seno. Se la paragoni agli artisti, zia Lina assomiglia a Vina Panduwinata.

Quando sono arrivato in hotel mi hanno presentato due amici di zia Lina, il signor Bondan (46) e la signora Shinta (37). Mi hanno chiesto di essere la loro guida mentre erano a Ykt e ho accettato. Dopodiché abbiamo girovagato per la città fino alle 21:47. Poiché era già tardi, zia Lina mi ha chiesto di restare nella sua stanza. Ho pensato tra me e me, non vedevo l’ora di vedere il seno di zia Lina sotto il suo attillato top blu. Non ricordo più che fosse mia zia, l’importante è che i miei desideri fossero incanalati nella mia mente.

Dopo essere entrata nella stanza di zia Lina ed essere andata a farmi una doccia, ho subito pensato a come avrei potuto godermi il corpo di zia Lina che era ancora sexy nonostante avesse 2 figli. Quando è uscita ho deglutito, con i pantaloncini attillati che le arrivavano sopra le ginocchia e una maglietta bianca senza maniche che metteva davvero in risalto le sue curve perfette. Quando zia Lina mi passò davanti sentii l’odore del sapone dal suo corpo. Quando stava per asciugarsi i capelli, vidi il mio reggiseno nero preferito da sotto l’ascella di zia Lina.

Ho gli occhi scuri. Appena zia Lina mi ha voltato le spalle l’ho subito abbracciata. Le mie labbra succhiavano il suo collo, mentre con una mano stringevo un paio di seni e l’altra giocava con l’inguine e le cosce di zia Lina. Lottò solo per un attimo, dopodiché il corpo di zia Lina si calmò.

“Fammi toccare il corpo di questa bellissima zia, okay?” Sospirai nell’orecchio di zia Lina.

“Come sta Diraj? “Ma solo per questa volta, Diraj… e devi promettermi che questo sarà un segreto per entrambi,” disse zia Lina. Annuii leggermente in segno di disponibilità.

Zia Lina poi si tolse i vestiti e vidi i suoi seni bianchi e lisci avvolti in un reggiseno nero. Osservai in silenzio, la mia lussuria cominciò a crescere. Poi zia Lina si tolse i pantaloni attillati, rivelando le cosce lisce che prima accarezzavo. Quando stava per togliersi la spallina del reggiseno, l’ho fermato. Ho messo delicatamente la mano dietro la spalla di zia Lina, ho aperto il gancetto e poi ho fatto scivolare giù il reggiseno mentre le massaggiavo i capezzoli. Un paio di seni di 36 B sembrano molto belli combinati con i suoi capezzoli che sporgono in avanti.

Zia Lina poi si è tolta i pantaloni neri e il CD. Ed ora che era completamente nuda, il mio cazzo era teso perché non mi aspettavo che il corpo di zia Lina fosse così bello. Poi salì sul letto e si sdraiò sulla schiena. Ero così stupito che il corpo nudo e rassegnato della mia bellissima zia giaceva sul letto proprio di fronte a me.

“Dai, Diraj… cosa aspetti, la zia è pronta, non aver paura se non l’hai fatto, la zia ti aiuterà,” disse zia Lina.

“Sì… per favore, zia,” risposi mentendo.

Immediatamente mi sono tolta tutti i vestiti perché in realtà non ne potevo più. Ho visto zia Lina osservare la mia virilità palpitante, poi sono salita sul letto e ho cominciato. Gli ho subito baciato le labbra, gli ho schiacciato le labbra, avevo la sensazione che non rispondesse alle mie labbra, pensavo ancora goffamente, ma non ho prestato attenzione e gli ho schiacciato le labbra. Intanto gli metto la mano sul petto. Ho trovato un monticello, poi le ho accarezzato e stretto i seni mentre di tanto in tanto le torcevo i capezzoli.

“Ooh.. Diraj.. cosa stai facendo.. ergh.. sshh..” Zia Lina sospirò come segno che la sua libidine cominciava a salire, ogni tanto la sentivo deglutire la saliva che cominciava ad addensarsi. Dopo essermi accontentato delle sue labbra, ora dirigevo le labbra verso il basso, volevo sentire come ci si sentiva a succhiare il seno di zia Lina. Per un momento ho guardato i seni che ora erano proprio di fronte a me, ooh quanto erano belli, bianchi e lisci senza la minima macchia, come se non fossero mai stati toccati da un uomo. L’ho leccato subito dal basso e poi verso il capezzolo, mentre continuavo a stringerle il seno destro affinché diventasse più elastico e indurito.

Leggi anche: Scopa una Tente Girgar arrapata e affascinante

“Emmh oh aarghh” gemette forte zia Lina quando le morsi il capezzolo.

Ho guardato il suo viso e ho visto che i suoi occhi erano chiusi e che i suoi denti mordevano quelli inferiori, ora ho puntato il dito verso il suo inguine. Lì ho sentito crescere i peli attorno alla vagina di zia Lina. Ci ho infilato le dita, ho sentito che il buco era molto bagnato, segno che era davvero eccitato. Ho giocato con le dita mentre cercavo il suo clitoride. Ho fatto scorrere il dito dentro e fuori dall’apertura vaginale sempre più scivolosa di zia Lina.

“Aarrgghh.. eenhh.. Diraj kam.. cosa stai facendo oohh..” disse zia Lina biascicando in modo incoerente, i suoi piedi che sbattevano sulle lenzuola e il suo corpo che si contorceva. Non prestai attenzione alle sue parole, il corpo di zia Lina si contorse ancora di più, dominato dalla lussuria. Sentivo il corpo di zia Lina irrigidirsi e il suo viso era rosso e grondante di sudore, pensavo che stesse per raggiungere l’orgasmo. Ho accelerato il movimento del mio dito nella sua vagina.

“Oohh.. arghh.. oohh..” disse zia Lina, respirando affannosamente e all’improvviso.

“Ooh…aahh..” Zia Lina emise un forte sospiro e i suoi fianchi si sollevarono, il suo corpo tremò violentemente più volte. Sentì un liquido caldo riempirle l’apertura vaginale.

“Oohh.. ohh.. emhh..” gemette zia Lina assorbindo il piacere appena raggiunto.

“Diraj, cosa stai facendo, come può la zia essere così?” lui mi ha chiesto.

“Perché, zia?” dissi stringendole i seni.

“È la prima volta che provo un piacere così, è straordinario,” disse zia Lina. Ha poi detto che lo zio Widya (suo marito) ha pomiciato solo per poco tempo, quindi non era soddisfatta.

“Tesoro… adesso tocca a me” le sussurrai all’orecchio, zia Lina annuì leggermente.

Ho ripreso ad accarezzarla, ho fatto come prima, cominciando dalle labbra che ho baciato, poi dai suoi seni che ho goduto. Dopo aver pensato che fosse abbastanza, ho allineato il mio corpo sopra il suo e zia Lina lo ha capito. Poi si è messo a cavalcioni delle sue cosce e poi ho diretto la mia virilità verso la sua zona sessuale. Lentamente ho inserito l’asta del mio pene e mi è piaciuto. La mia virilità è entrata facilmente nel suo buco sessuale perché era molto bagnato e scivoloso. Ora muovo lentamente i fianchi su e giù. oh che delizioso.

“Più veloce Diraj.. aarghh.. mmhh” disse zia Lina esitante con gli occhi spalancati. Accelero i movimenti poi sento uno schiocco provenire dal suo inguine.

“Sì.. capisco.. aahh.. terr.. russ.. aarghh..” disse zia Lina in modo incoerente.

Il nostro sudore colava all’unisono, vidi il suo viso diventare più rosso.

“Diraj, zia vuole… ci si sente di nuovo bene.. ohh.. ahh.. aahh ahh..” disse zia Lina con un lungo sospiro, il suo corpo tremò e sentii la sua vagina riempirsi di liquido caldo schizzare l’asta del mio pene.

La compressione delle sue pareti vaginali era così forte che ho accelerato i miei movimenti e… croott… ho raggiunto l’orgasmo… aahh… ho lasciato uscire il mio sperma nel canale sessuale di zia Lina. Ho provato un piacere straordinario, ho abbracciato forte il suo corpo mentre le baciavo i capezzoli, godendomi il vero piacere del sesso. Dopo essermi divertito abbastanza, ho tirato fuori il mio pene e ho adagiato il mio corpo accanto a lei.

“Zia Lina, grazie…” le sussurrai piano all’orecchio mentre la baciavo sulla guancia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *